triskate

Come la storia ci insegna, tutte le cose non rimangono mai immobili nel tempo.  Sono soggette a cambiamenti, a innovazioni, ad evoluzioni e il mondo del pattinaggio non fa eccezione.

Senza dubbio, una novità che rappresenta un cambiamento (e forse anche un po’ il futuro del nostro sport) è  il “Triskate“: il pattino a tre ruote. Usarlo è sicuramente un nuovo modo di approcciarsi al mondo dei pattini.

A promuovere questo “simbolo di futuro” è la Powerslide, l’azienda che prima di tutte ha sperimentato, rivalutato e puntato molto sul prodotto triskate.

Il pattino a tre ruote ha iniziato il suo boom nel 2015 e oggi continua a diffondersi tantissimo. E’ per questo motivo che, anche  seba, rollerblade, k2 e molte altre marche hanno iniziato a produrlo.

Il successo che questi pattini stanno avendo è dovuto sicuramente al fatto che, sono versatili e si adattano molto bene alle esigenze delle varie discipline.

Naturalmente anche per i pattini a 3 ruote ci sono tantissimi modelli.

Oggi non farò l’elenco dei modelli che ci sono, o in quanti modi si può assettare il pattino in funzione della disciplina, ma semplicemente mi limiterò a parlare dei pro e dei contro che può avere un pattino triskate.

La prima domanda alla quale è importante rispondere è:

Che differenza c’è tra un pattino a tre ruote e un pattino in linea normale?

  • Sicuramente, la prima differenza che notiamo è il numero di ruote: 3 per il triskate e 4 per il normale pattino in linea.
  • Ma non solo il numero di ruote, anche la dimensione delle ruote: generalmente sono molto più grandi, le misure vanno dai 100, 110, ai 125 mm.
  • Un altra differenza sta nel telaio: se per esempio su un telaio normale da 219mm, arriviamo a montare 4 ruote da 72mm di diametro, su un telaio triskate della stessa lughezza possiamo arrivare a  montare 3  ruote da 100mm. In sostanza il telaio Triskate ci consente di utilizzare ruote più grandi su dei telai più corti. 

Queste sono insomma le caratteristiche che distinguono il triskate da un normale pattino.

Andando ad analizzare queste caratteristiche possiamo notare degli aspetti positivi e negativi.

 PRO:

  • Con le ruote grandi affrontiamo con più facilità i vari tipi di terreno, sopratutto in strada;
  • Le ruote più grandi ci danno una maggiore velocità;
  • La maggiore velocità ci fa divertire😀;
  • Il telaio è più corto, quindi nelle manovre siamo molto più veloci, e flessibili.
  • Le ruote grandi durano di più perché abbiamo più tempo per consumarle;
  • Abbiamo due ruote in meno a cui pensare per la manutenzione;
  • Il pattino è più leggero, perché il telaio è più corto, e anche se le ruote sono grandi, risparmiamo comunque il peso di due ruote.

CONTRO:

  • Andiamo molto più veloci si, ma l’accelerazione è ridotta per via delle ruote grandi;quindi dobbiamo usare più energia per accelerare;
  • Le ruote grandi costano di più;
  • Il telaio è alto, quindi siamo lontani dal terreno e abbiamo meno controllo;
  • Se siamo all’inizio può risultare difficile iniziare con ruote grandi perché sono più difficili da gestire;
  • Se non hai una grande abilità, all’inizio può essere considerato difficile fermarsi.
  • La maggiore velocità può non piacere a chi non ha molta dimestichezza con i pattini, e da divertente può diventare “terrificante”.

IL TRISKATE IN CONLUSIONE

Come detto prima questi pattini stanno trovando veramente tanto impiego sopratutto nelle discipline, non solo nel pattinaggio di velocità , ma anche nelle slide, nel freestyle slalom e nello speed slalom.

Ma ci sono pareri discordanti tra i pattinatori, c’è chi li usa solo in strada, chi tra i coni e chi non li usa affatto.

Penso che scegliere di pattinare con il triskate o il pattino tradizionale in linea sia solo una questione soggettiva, una scelta personale di come ci troviamo sui pattini e come preferiamo pattinare.

Penso anche che il nuovo vada almeno provato. E’ sempre bello provare cose nuove, ed è solo così che un pattinatore può definirsi completo.

5 thoughts on “Triskate: Il pattino a tre ruote”

  1. Io pensavo che con 3 ruote grandi fosse tutto più difficile, non mi convincevano proprio, non mi piacevano neanche esteticamente, poi dopo tante insistente di un venditore ho provato i Rollerblade 3WD 10 e sono rimasto sbalordito, che fossero più veloci me lo aspettavo ma non che fossero anche più maneggevoli pur rimanendo stabilissimi, mi sembra addirittura più facile pattinare in posizione completamente eretta con 3 ruote, tutti i tipi di fondo sembrano lisci, e anche la maggiore altezza dal suolo non si sente più dopo poco, la scarpetta poi era una vera pantofola rispetto ai miei, ma questo ovviamente non centra con il numero delle ruote, insomma una esperienza esaltante.

  2. Gazie Giorgio per aver raccontato la tua esperirienza. Mi hai convinto, Passo anche io alle tre ruote. Le trovo una buona soluzione anche per chi vive in città come la mia, dove i fondi stradali non sono sempre perfetti e dove i marciapiedi sono tutti lastricati.

  3. Io son passato da quelli a 4 a quelli a 3…ma ho preso un modello che non si può dire sia più agile…ho notato poi che alcuniodelli si differenziano sia per lunghezza di telaio ma anche per posizione delle ruote…ovvero se le ruote sono equidistanti e spaziate il pattino non è tanto agile, a differenza di quelli con le ruote molto vicine o quelli con le due ruote posteriori vicine tra loro ma distanziate da quella anteriore.

  4. Ciao volevo un consiglio su dei pattini io ora utilizzo i tre ruote ma cosa mi consigliate per strade non sempre perfette .?

    1. Ciao, di alternative ce ne sarebbero tante, ma se vuoi un quadro preciso, ti consiglio di chiedere a : https://www.freemove.it/
      Questo è un negozio di Roma che vende tutti i tipi di pattini e saprá consigliarti meglio di me.
      Spero di esserti stata d’aiuto.

      Federica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *