freestyleslalom

Il freestyle è una disciplina del pattinaggio in linea. E’ una delle più varie in quanto comprende specialità diverse:

  • roller cross;
  • freestyle slalom:
  • speed slalom;
  • high jump;
  • free jump;
  • slides;

Dato che c’è da scrivere e da parlare su ogni disciplina, vorrei iniziare a parlarvi della mia specialità preferita:

IL FREESTYLE SLALOM

Per me, il freestyle slalom rappresenta qualcosa di speciale.

E’ la disciplina che più di tutte ti permette di esprimere il tuo stile, il tuo modo di essere;Non hai regole da seguire, devi solo sentire la musica e divertirti a passare tra i coni nel modo che più ti piace, utilizzando tutti i muscoli del tuo corpo.

Diciamo che io la considero una vera e propria danza.

STORIA

Lo slalom è una forma di pattinaggio che esiste in Europa dagli anni ’90;

Nasce dalla strada, grazie all’incontro e integrazione di molti pattinatori che con molta creatività hanno gettato le basi fondanti di questo sport: i trick tra i conetti.

Certo, all’inizio non esistevano tutti i trick complessi che ci sono oggi, ma comunque c’erano dei caparbi pattinatori che, in un modo più semplice si divertivano a “slalomare” tra lattine vuote o bicchieri.

Oggi questo sport è cresciuto notevolmente, si pratica in tutto il mondo ed è diventata una disciplina molto tecnica e specializzata.

La WSSA (World Slalom Skaters Association) è l’associazione che promuove il pattinaggio freestyle a livello internazionale, e si occupa di fornire una serie di linee guida chiare, che i pattinatori in tutto il mondo possono adottare per giudicare le loro competenze e il loro progresso nello sport.

Mentre chi si interessa al pattinaggio freestyle, a livello nazionale, in Italia abbiamo la FIRS(Federazione Italiana Sport Rotellistici), l’AICS(Associazione Italiana Cultura Sport) e la UIPS (Unione Italiana Sport Per tutti)

Un personaggio italiano che ha contribuito molto alla storia della disciplina è Enrico Perano;

Lui si avvicinò allo style slalom con un approccio scientifico e contribuì alla creazione di vari passi base che conosciamo oggi, partendo dal pensiero di alternare e variare i passi.(se non lo conoscete basta andare su internet o sul suo sito per trovare molte informazioni).

In questo video potete vedere il freestyle slalom “old-school”


 Per iniziare a praticare style slalom

Ci basta un piccolo spazio per i nostri conetti, poi un bel paio di pattini, musica nelle orecchie, e tanta voglia di muoverci, ballare, imparare i movimenti e i passi.

Quindi, scegliamo la distanza dei coni( 50, 80, o 120 cm)e iniziamo a provare, cadere e rialzarci.

Io ho iniziato così, poi però ho deciso di provare a cimentarmi in una gara.

Non è una cosa che dobbiamo fare per forza, io ho preso questa decisione perché volevo testare i miei limiti e le mie capacità, inoltre sono un tipo molto emotivo e volevo mettermi alla prova per capire quanto fossi riuscita a reggere l’ansia e la pressione.

E’ un’ esperienza che consiglio a tutti i neo- slalomisti perché serve per misurarsi con le proprie capacità, e nonostante le mie gambe tremassero e ripetevo dentro di me che non dovevo cadere, mi sono divertita, e ho provato una certa soddisfazione alla fine della gara.

Quindi consiglio a tutti almeno una volta di provare a partecipare ad una gara.

COME FUNZIONANO LE GARE?

Come detto in precedenza lo style slalom è arrivato davvero ad alti livelli, è per questo che ogni anno assistiamo a competizioni fantastiche dove la tecnica viene combinata con la fluidità, creatività e ritmo.

Ci sono tre categorie di style slalom:

  • 1) Classic

Il pattinatore prepara una coreografia con una musica scelta da lui e la deve eseguire in un tempo non inferiore a 1,45 minuti e non più di 2 minuti.

Inoltre possiamo anche scegliere l’outfit da gara in base alla coreografia.

I trick devono esssere eseguiti su tre file di coni: una con venti coni distanziati a 50 cm, una con venti coni distanziati a 80 cm, e un’altra di quattordici coni con distanza di 120 cm.

Dobbiamo slalomare ogni fila.

La giuria valuta gli aspetti tecnici:

  • la difficoltà del trick;
  • la varietà dei trick;
  • la precisione e la continuità di esecuzione;
  • velocità e fluidità;

e valuta anche l’ aspetto stilistico:

  • il linguaggio del corpo;
  • la fluidità e il ritmo con il quale è stata eseguita la run.

Assegna quindi un punteggio al lato tecnico e a quello stilistico.

Io credo che per lo style slalom la tecnica e lo stile vadano a braccetto, sono importantissimi entrambi.

Ma penso anche, che la tecnica aiuta ma non basta a rendere la performance diversa dalle altre; il “flow” invece, aggiunge qualcosa di speciale e personale all’esibizione.

I giudici inoltre assegnano delle penalità quando:

  • facciamo cadere i conetti;
  • un eventuale nostra caduta;
  • se finiamo dopo, o molto prima del tempo stabilito(che non è una questione da sottovalutare).

  • 2) Battle

Nella battle i pattinatori vengono divisi a gruppi, ogni gruppo si sfida in dei round che durano 30 secondi, durante questi round ogni concorrente dovrà superare le prestazioni degli avversari del suo gruppo.

Di solito nell’ultimo round i pattinatori eseguono il loro ultimo trick, cioè il loro passo migliore, che consiste nell’esecuzione di un unico trick ripetuto fino alla fine del tempo, questo per mostrare ancora di più la propria tecnica.( Nel video qui sotto potete vedere dal minuto 7:16 a 9:04  cosa si intende per ultimo trick)

A differenza del classic non serve slalomare tutte le file e la musica viene scelta dal dj; I pattinatori sono giudicati in base allo stile, alla tecnica, all’originalità dei tricks.

Alla fine di ogni battaglia vengono annunciati i due migliori che passano attraverso alla fase successiva, mentre gli altri escono dalla competizione.

Così si passa alla finale dove si battono i 4 migliori.

In questo video potete vedere una bellissima finale.

 

 

  • 3) Style slalom di coppia

E’ come la modalità classic, solo che la coreografia è affidata a due pattinatori che, contemporaneamente, dovranno sincronizzarsi, e rendere i loro movimenti precisi e identici. E’ una modalità molto difficile perché bisogna essere complici e capire subito il proprio compagno.


PATTINI

Per fare tutti questi movimenti e passi tra i coni abbiamo bisogno di pattini manovrabili, quindi il nostro assetto deve essere rockerato. Le maggiori marche che producono pattini per lo style-slalom sono la SEBA e la POWERSLIDE, tutte e due ottime marche.

Se volete avere più informazioni sulle caratteristiche del pattino per il freestyle slalom leggete questo articolo.

VOGLIO INIZIARE A PRATICARE LO STYLE SLALOM! COSA DEVO FARE?

Innanzi tutto trovare il posto giusto, poi decidere se iniziare a prendere delle lezioni o iniziare a guardare video su youtube, ce ne sono veramente tantissimi che possono aiutarti.

E naturalmente parti attrezzato! Quindi munisciti di:

PATTINI,

PROTEZIONI,

CONETTI,

E TANTA VOGLIA DI SLALOMARE!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *